Il tuo web browser non è supportato.

Per un'esperienza ottimale consigliamo l'uso di un altro web browser.

man-advises-woman-at-the-table-teaser.jpg

Antiriciclaggio

Antiriciclaggio

Per comprendere cosa sia l’Antiriciclaggio, è utile partire dalla definizione di riciclaggio.

Il riciclaggio di denaro consiste nelle seguenti condotte:

a) conversione o trasferimento di beni, effettuati essendo a conoscenza che essi provengono da un’attività criminosa o da una partecipazione a tale attività, allo scopo di occultare o dissimulare l'origine illecita dei beni medesimi o di aiutare chiunque sia coinvolto in tale attività a sottrarsi alle conseguenze giuridiche delle proprie azioni;

b) occultamento o dissimulazione della reale natura, provenienza, ubicazione, disposizione, movimento, proprietà dei beni o dei diritti sugli stessi, effettuati essendo a conoscenza che tali beni provengono da un’attività criminosa o da una partecipazione a tale attività;

c) acquisto, detenzione o utilizzo di beni essendo a conoscenza, al momento della loro ricezione, che tali beni provengono da un’attività criminosa o da una partecipazione a tale attività;

d) partecipazione ad uno degli atti di cui alle lettere a), b) e c), tentare di eseguirlo, aiutare, istigare o consigliare qualcuno a commetterlo.

Riciclare denaro, beni ed altre utilità vuol dire, quindi, investire capitali illecitamente ottenuti in attività lecite: in tal modo i beni che sono frutto di reato (sequestri, traffico di stupefacenti, rapine, evasione fiscale e qualsiasi altro reato non colposo) sono “ripuliti” e reimmessi nei circuiti economici e finanziari legali.

Il riciclaggio di denaro può manifestarsi in diversi modi, ma essenzialmente, vuole far apparire fondi ottenuti illegalmente come legali, occultandone la vera origine.

 

L’Antiriciclaggio, consiste, pertanto nell’azione di prevenzione e contrasto del riciclaggio e si esplica attraverso l’introduzione di presidi che, con un approccio basato sul rischio (c.d. Risk Based Approach), sono volti a garantire la piena conoscenza del cliente, la tracciabilità delle transazioni finanziarie e l’individuazione delle operazioni sospette.

Volkswagen Bank GmbH - Branch italiana e Volkswagen Financial Services S.p.A., con il supporto della rete dei Concessionari, sono fortemente impegnate nell’evitare che i prodotti e i servizi offerti siano utilizzati per finalità criminali di riciclaggio (e di finanziamento del terrorismo), promuovendo una cultura improntata al pieno rispetto delle disposizioni vigenti (inter alia, Decreto Legislativo n. 231/2007 e ss.mm.ii. e Provvedimenti di Banca d’Italia) e all’efficace assolvimento degli obblighi finalizzati a garantire la conoscenza approfondita della clientela e la collaborazione con le Autorità di Vigilanza volta all'individuazione e segnalazione delle operazioni sospette di riciclaggio.

 

In tale contesto, in applicazione dei principi di Know Your Customer e Risk Based Approach, rilevano le due seguenti definizioni:

1. Titolare Effettivo (per la sola clientela differente dalle persone fisiche);

2. Persona Politicamente Esposta.

 

Ti invitiamo a consultarle, così come sotto indicate, al fine di procedere ad una consapevole compilazione del modulo di identificazione del/i titolare/i effettivo/i per aggiornare i dati comunicati in sede di instaurazione dei rapporti di finanziamento / leasing.

 

Scarica il modulo di identificazione del Titolare Effettivo

Titolare Effettivo

Per Titolare Effettivo si intende la persona o le persone fisiche, diverse dal cliente, nell’interesse del quale o delle quali, in ultima istanza è sottoscritto il contratto.

 

1. In particolare, in caso di clienti diversi dalle persone fisiche, il Titolare Effettivo coincide con la persona fisica o le persone fisiche cui, in ultima istanza, è attribuibile la proprietà diretta o indiretta dell'ente ovvero il relativo controllo.

 

2. Nel caso in cui il cliente sia una società di capitali:

a) costituisce indicazione di proprietà diretta la titolarità di una partecipazione superiore al 25 per cento del capitale del cliente, detenuta da una persona fisica;

b) costituisce indicazione di proprietà indiretta la titolarità di una percentuale di partecipazioni superiore al 25 per cento del capitale del cliente, posseduto per il tramite di società controllate, società fiduciarie o per interposta persona.

 

3. Nelle ipotesi in cui l'esame dell'assetto proprietario non consenta di individuare in maniera univoca la persona fisica o le persone fisiche cui è attribuibile la proprietà diretta o indiretta dell'ente, il titolare effettivo coincide con la persona fisica o le persone fisiche cui, in ultima istanza, è attribuibile il controllo del medesimo in forza:

a) del controllo della maggioranza dei votii esercitabili in assemblea ordinaria;

b) del controllo di voti sufficienti per esercitare un'influenza dominante in assemblea ordinaria;

c) dell'esistenza di particolari vincoli contrattuali che consentano di esercitare un’influenza dominante.

 

4. Nel caso in cui il cliente sia una persona giuridica privata, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 10 febbraio 2000, n. 361, sono cumulativamente individuati, come titolari effettivi:

a) i fondatori, ove in vita;

b) i beneficiari, quando individuati o facilmente individuabili;

c) i titolari di poteri di rappresentanza legale, direzione e amministrazione.

 

5. Qualora l'applicazione dei criteri di cui ai precedenti commi non consenta di individuare univocamente uno o piu' titolari effettivi, il titolare effettivo coincide con la persona fisica o le persone fisiche titolari, conformemente ai rispettivi assetti organizzativi o statutari, di poteri di rappresentanza legale, amministrazione o direzione della societa' o del cliente comunque diverso dalla persona fisica

 

ATTENZIONE: la definizione di legale rappresentante è diversa da quella di titolare effettivo e le due qualifiche raramente vengono a coincidere nella stessa persona.

 

Persona Politicamente Esposta (PEP)

Per Persone Politicamente Esposte (PEP) si intendono le persone fisiche che occupano o hanno cessato di occupare da meno di un anno importanti cariche pubbliche (1), nonché i loro familiari (2) e coloro che con i predetti soggetti intrattengono notoriamente stretti legami (3).

Nello specifico:

 

1) Sono persone fisiche che occupano o hanno occupato importanti cariche pubbliche coloro che ricoprono o hanno ricoperto la carica di:

1.1 Presidente della Repubblica, Presidente del Consiglio, Ministro, Vice Ministro e Sottosegretario, Presidente di Regione, assessore regionale, Sindaco di capoluogo di provincia o città metropolitana, Sindaco di comune con popolazione non inferiore a 15.000 abitanti nonché cariche analoghe in Stati esteri;

1.2 deputato, senatore, parlamentare europeo, consigliere regionale nonché cariche analoghe in Stati esteri;

1.3 membro degli organi direttivi centrali di partiti politici;

1.4 giudice della Corte Costituzionale, magistrato della Corte di Cassazione o della Carte dei conti, consigliere di Stato e altri componenti del Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione siciliana nonché cariche analoghe in Stati esteri;

1.5 membro degli organi direttivi delle banche centrali e delle autorità indipendenti;

1.6 ambasciatore, incaricato d'affari ovvero cariche equivalenti in Stati esteri, ufficiale di grado apicale delle forze armate ovvero cariche analoghe in Stati esteri;

1.7 componente degli organi di amministrazione, direzione o controllo delle imprese controllate, anche indirettamente, dallo Stato italiano o da uno Stato estero ovvero partecipate, in misura prevalente o totalitaria, dalle Regioni, da comuni capoluoghi di provincia e città metropolitane e da comuni con popolazione complessivamente non inferiore a 15.000 abitanti;

1.8 direttore generale di ASL e di azienda ospedaliera, di azienda ospedaliera universitaria e degli altri enti del servizio sanitario nazionale;

1.9 direttore, vicedirettore e membro dell'organo di gestione o soggetto svolgenti funzioni equivalenti in organizzazioni internazionali.

 

2) Sono familiari di persone politicamente esposte: i genitori, il coniuge o la persona legata in unione civile o convivenza di fatto o istituti assimilabili alla persona politicamente esposta, i figli e i loro coniugi nonché le persone legate ai figli in unione civile o convivenza di fatto o istituti assimilabili.

 

3) Sono soggetti con i quali le persone politicamente esposte intrattengono notoriamente stretti legami:

3.1 le persone fisiche che detengono, congiuntamente alla persona politicamente  esposta, la titolarita' effettiva di enti giuridici, trust e  istituti  giuridici affini ovvero che intrattengono con la persona politicamente  esposta stretti rapporti d'affari;

3.2 le persone fisiche che detengono solo formalmente il controllo totalitario di un'entità notoriamente costituita, di fatto, nell'interesse e a beneficio di una persona politicamente esposta.